fbpx

Test di Soglia

A cura di Alessio Storani – Training Program Coach OCP

Quante volte ti sarà capitato di cimentarti in test per definire le tue soglie di allenamento?
Tra i test da campo per stimare le soglie conosciamo una miriade infinite di protocolli: Conconi, Mader, FTP, CTS, ecc…
Sono tutti test più o meno validati scientificamente da cui trarre indicazioni che tornano molto utili per definire punti fermi della tua condizione atletica ma quali hanno le correlazioni scientifiche più evidenti con i test da laboratorio?

Voglio iniziare parlandoti di quello che, allo stato attuale, rappresenta il Gold Standard di riferimento dei lactate-test da laboratorio che uso con i miei atleti: la MaxLaSS.
Come per i parametri di ventilazione abbiamo bisogno di un metabolimetro accurato e validato che misuri gli scambi gassosi, anche per i parametri di lattacidemia necessitiamo di un lattametro ben calibrato e preciso che fornisca informazioni circa un dato ematico molto sensibile ed instabile.
Il Lattato, che sappiamo essere il marker ematico della nostra lattacidemia, è un valore non semplice da reperire per diversi motivi, primo dei quali la fonte di raccolta.
Prelevare una goccia di sangue, dal lobo dall’orecchio o dalla punta del dito, a volte può essere complicato per via della sudorazione dell’atleta.
Ricordiamoci che un test come questo, effettuato indoor, genera una copiosa sudorazione.
Anche avvalendoci di un ventilatore che aiuti la termoregolazione del nostro atleta, le goccioline di sudore potrebbero generare problemi in termini di diluizione del materiale ematico analizzato.

Tornando a noi, voglio farti capire perché il protocollo Test della MaxLaSS è quello di più alta rilevanza scientifica.
Fino ad ora immagino tu abbia sempre pensato alla soglia come una linea al di sopra o al di sotto della quale fai un certo tipo di lavoro che puoi o non puoi protrarre per tanto tempo.
Con un test come questo possiamo da un concetto di “soglia” ad uno di “zona” andando a definire, appunto, una vera e propria zona di intensità meccanica che presenta un limite superiore ed uno inferiore.
In questa zona di MaxLaSS si effettuano tutti i lavori, integrali o parziali, legati al miglioramento delle nostre capacità di riutilizzo dell’Acido Lattico.
Ho parlato di livelli d’intensità meccanica proprio perché, correlati ai valori metabolici, troviamo le soglie di intensità (Watt) e di Frequenza Cardiaca (bpm) che saranno i nostri fari guida nella conduzione degli allenamenti.
Perché abbiamo scelto di inserire l’FTP test nel programma OCP?
Semplice… presenta la correlazione più alta con i test da laboratorio se prendiamo in considerazione tutti i protocolli autogestibili.
In questo studio del 2019 “Is the Functional Threshold Power Interchangeable With the Maximal Lactate Steady State in Trained Cyclists” (Klitzke Borszcz F., Ferreira Tramontin A., Pereira Costa V.) è stato chiaramente evidenziato come ciclisti allenati e ben addestrati possano utilizzare il test di FTP come alternativa non invasiva e pratica per stimare la propria MaxLaSS.

, , , , , , , , , , ,

Leave a Comment

Onlyou Cycling Program

Informazioni e contatti

© 2020 - Onlyou Personal Training "Fitness & Sport" - P.IVA 01657260434

Powered by MR.TEK

error: Content is protected !!